Marco Nieri

Marco Nieri  ecodesigner e bio-researcher
Progettare l'ambiente, partendo dall'uomo

Marco Nieri valorizza da sempre il suo lavoro con una particolare attenzione ecologica e la massima considerazione per le esigenze biologiche dell'Uomo e della Natura. La sua formazione multidisciplinare si è sviluppata partendo da una profonda attitudine ad operare in armonia con l'ambiente, partendo dai primi corsi di Bio-Architettura al Politecnico di Milano, ed è proseguita attraverso seminari, viaggi e soggiorni di studio sia in Italia che all’estero. Esperienze, pratiche e studi specifici gli hanno permesso di apprendere le conoscenze più vitali di Oriente ed Occidente, ampliando la visione globale del suo lavoro e la consapevolezza sugli effetti della stretta relazione tra Uomo e Ambiente.

I suoi lavori sono caratterizzati da una progettazione che parte dall'ascolto del luogo e delle persone, dove Psicologia ambientale, conoscenza tecnica e sensibilità hanno dato vita ad un design ispirato dalla natura. Spazi ed oggetti sono pensati per comunicare con l’essere umano, con l'obiettivo di valorizzare i suoi bisogni, fisici, emotivi, psicologici e spirituali in armonia con l'ambiente. Questo avviene in ogni dettaglio grazie ad un linguaggio progettuale fatto di senso e di significato anche a livello simbolico, che soddisfa la profonda necessità di Natura che l’uomo manifesta nei suoi spazi per poter raggiungere il benessere, come spiegato dal concetto di “Biofilia” espresso nel 1984 dal sociobiologo Edward Wilson.

Uno specifico interesse per gli aspetti legati al benessere e alla salute dell’habitat lo hanno portato ad approfondire la conoscenza delle problematiche derivate dall’inquinamento chimico, biologico ed elettromagnetico negli ambienti costruiti e negli spazi esterni, facendo crescere la sua attenzione progettuale verso la biocompatibilità di impianti, materiali da costruzione e di arredo per l'eliminazione di questi fattori.

Per oltre quindici anni ha collaborato strettamente con il Dott. Walter Kunnen di Anversa (Belgio), che nel 1960 ha fondato “Archibo Biologica”, importante Centro indipendente di ricerca scientifica sulla Biosfera e le influenze energetiche esercitate sugli organismi viventi dall'elettromagnetismo naturale ed artificiale, punto di riferimento di centinaia di medici e naturopati di tutta Europa.

Fortemente attirato dal ruolo centrale che hanno gli alberi e le piante nei miti e nelle antiche culture del mondo, egli ha applicato le conoscenze acquisite affrontando una particolare ricerca elettromagnetica in campo vegetale. Questa gli ha permesso di verificare l’esistenza di una reale influenza energetica delle piante vive sul nostro organismo e di elaborare un’innovativa tecnica per realizzare parchi e giardini bioenergetici con finalità terapeutiche, chiamata “Bioenergetic Landscapes”.

Con un team di collaboratori agronomi e paesaggisti approfondisce costantemente le conoscenze internazionali sugli effetti terapeutici degli spazi verdi anche a livello di Therapeutic Landscape e di Forest Bathing, sviluppando percorsi terapeutici bioenergetici e esperienze di hiking terapeutico in aree verdi e importanti Parchi italiani.

La sua esperienza multidisciplinare in questi settori lo rendono figura di riferimento per progetti, valutazioni ed indagini di qualità del nostro habitat, allo scopo di ricreare  le condizioni più favorevoli per favorire il benessere dell'uomo, degli animali e delle piante.

Nel Settembre 2009 è stato pubblicato il suo libro: “BIOENERGETIC LANDSCAPE- La progettazione del giardino terapeutico bioenergetico”, edito da Sistemi Editoriali.

Insieme ad altri autori ha pubblicato per lo stesso editore il libro: “La pianta e l’architetto”, 2010, a cura di Maurizio Corrado. Suoi inportanti contributi sono anche all'interno del volume “Nature Urbane”, editrice Compositori, 2011 e "Manuale del Verde in Architettura", ed. Wolters Kluwer, 2012

Dettaglio elaborato di progetto per un giardino bioenergetico. Questi disegni, realizzati con tecniche manuali ed elaborati in computer grafica, costituiscono visioni di una nuova forma di comunicazione espressiva a tema "bio-energetico", che visualizza ed esprime in forma grafica estremamente colorata ed incisiva alcuni aspetti dell'energia che caratterizza la relazione che lega l'uomo, le piante e il nostro ambiente.